I Parroci

Don Eugenio Folcio

Parroco dal 2005 al 2018.

IMGP4393Don Eugenio Folcio nasce a Canzo nel 1942 e rimane in famiglia solamente pochi anni: alla fine della quinta elementare prende la via del seminario, prima a Seveso, poi a Venegono e Saronno.

Dai racconti dei famigliari emerge che Eugenio era eccezionalmente vivace, al punto di essere sempre impegnato in qualche attività, ed era noto anche per la sua particolare furbizia; quando era impegnato in qualche lavoro trovava sempre il modo di sbrigarlo in breve, per poi dedicarsi alla sua attività preferita: il gioco del calcio.

L’esperienza dell preghiera, proposta da
una madre ricca d’affetto e di premure per i bisogni, soprattutto spirituali, dei suoi figli ed il rapporto con il padre che ancora oggi molti ricordano per la sua affidabilità e per la spontanea comunicabilità hanno certamente avuto un peso molto importante nella storia di Don Eugenio. Anche le esperienze di chierico nel paese natale sono state importanti per la sua formazione: il chierico Eugenio veniva impiegato a riordinare e catalogare l’archivio parrocchiale, ma soprattutto viveva in oratorio, portando avanti tutte le iniziative spirituali e ricreative dell’oratorio feriale.

Emblematico un racconto di don Ernesto Cereda, coadiutore di Canzo in quegli anni: quando Eugenio era ancora chierichetto, all’età di 8-9 anni, spesso alle sei del mattino serviva la prima messa! Don Ernesto, infatti, andando verso la chiesa, si imbatteva spesso nel suo assonnato chierichetto alle prime luci dell’alba o nel buio e nel freddo dell’inverno: chissà quanti discorsi, quali sogni e quali speranze… culminate poi con la vocazione sacerdotale del piccolo Eugenio!

Tratto dallo speciale de LA VOCE del Settembre 2006 per il suo 40° di sacerdozio

AnniversariInParrocchia15.05.2016 (2)

Don Eugenio è stato ordinato sacerdote il 28 giugno 1966. Il suo primo impiego è stato quello di coadiutore parrocchiale nella parrocchia di Missaglia, nella quale è rimasto per più di vent’anni. In seguito è arrivato il primo incarico di parroco, che ha svolto nella comunità di Robbiate a partire dal 1988. Infine, nel 2005 è giunto fino ad Olginate dove è rimasto parroco fino al 31 agosto 2018.